GRAFFITI-ON-LINE.COM

 

2002-2020 Graffiti-on-line.com

Tutti i diritti di proprietà artistica e letteraria sono riservati.


Tutto accadde per caso ?

NULLA ACCADE PER CASO IL CASO NON ESISTE

Il Diario delle emozioni dei Poeti tratto dalla quotidianità degli eventi


27/07/2018 - Graffiti - Direttore Responsabile


(Tra Cielo e Terra)

 Il libro è stato stampato in data 24 giugno 2020. Per accedervi cliccare su download in alto a destra della foto. Segue la Prefazione a firma del Direttore Responsabile di Graffiti.

Prefazione del Direttore di Graffiti-on-line.com 

Questo libro è nato dalla collaborazione tra due Autori che si sono “incontrati” per caso sul Web e che hanno convenuto di cogliere emozioni dagli avvenimenti della quotidianità e trasformarli in versi, giocosamente, prendendo spunto dall’adagio “Nulla accade per caso. Il caso non esiste”che è poi diventato il titolo della raccolta, nella considerazione che in effetti non ci sono dimostrazioni scientifiche che il “caso” esista.

Il libro contiene anche riflessioni e commenti di altri Autori e le parole di canzoni che hanno influenzato con la loro carica emotiva la stesura dei testi, contribuendo a sostenere l'ispirazione degli Autori, in coerenza con la finzione che, nei loro propositi, voleva caratterizzare la trama del libro.

La raccolta nasce dunque, tra sogno e realtà, dalla collaborazione tra due Autori immaginari dai nomi inventati, L’Amica Geniale e Il Gatto Pardo, che colgono le emozioni dagli avvenimenti personali o pubblici e li trasformano in un dialogo attraverso cui si dipana una storia d’amore surreale ed impossibile, capace comunque di creare nel lettore pathos e interesse nello stesso tempo.

Circa la genesi delle singole opere, il contenuto del libro, come sopra annunciato, è vasto e variegato, infatti oltre alle poesie costituenti la raccolta, contiene anche liriche, poesie, riflessioni e commenti di altri autori, testi di canzoni nazionali e straniere e riferimenti alla quotidianità. Alcune opere sono state raggruppate secondo l’occasione che ne ha ispirato la produzione, come ad esempio la ricorrenza dei morti, i giorni della merla, la notte di San Silvestro, la festa della donna ed altri eventi che hanno influenzato, con la loro carica emotiva, la stesura delle liriche, contribuendo a sostenere l'ispirazione degli Autori, in continuità con il filo conduttore dell’opera: “Nulla accade per Caso. Il Caso non esiste.”

Le opere sono state realizzate da due poeti esperti, provvisti di fantasia, di fervida immaginazione e di una forte empatia, i quali hanno voluto mantenere riservato il loro nome di proposito, nell’intento giocoso di conferire all’opera una sorta di mistero. Si è seguito cioè il solco pubblicistico ora di moda di quell’Autrice moderna sulla cui identità ancora si discute senza venirne a capo, Elena Ferrante, che ha dato alle stampe una fortunata serie di romanzi, tra i quali quelli dedicati ad un personaggio ormai noto come L’Amica Geniale.

La silloge è stata scritta a quattro mani da persone  effettivamente esistenti, verosimilmente una donna e un uomo, indicate con nomi di fantasia: L’Amica Geniale, attinto dalla finzione scenica creata da Elena Ferrante e Il Gatto Pardo, mutuato dall’ineffabile saga dei Gattopardi di lampedusiana memoria, volutamente riferito agli intendimenti degli Autori, immaginari protagonisti di una storia d’amore sulla scena, persone normali, con le loro vite, le loro famiglie, non proprio interessate a vivere storie d’amore immaginarie ed impossibili.

Il gattopardo in fondo è quell’elegante e disinvolto animale dal ruolo evasivo e disimpegnato il cui nome è stato storicamente attribuito ai nobili siciliani.

Due nomi e due ruoli quindi, quello del gattopardo e quello dell’amica geniale”,  che caratterizzano l’intera raccolta, all’insegna del motto “far finta di cambiare ogni cosa, lasciando che tutto rimanga come prima”.

Le liriche scorrono, una dopo l’altra, come in un botta e risposta non casuale da cui traspare la visione scenica di due “personaggi” immaginari che si sono conosciuti  “per caso”, come accade di questi tempi, sul Web.

Si intravede infatti, tra le righe delle composizioni, un giocoso rimpiattino, un dire e non dire, che rivela la consapevolezza che i due hanno di non potersi incontrare mai perché legati, ciascuno di loro, alla propria storia personale e perché lontani nello spazio e persino nel tempo. Essi si scambiano dunque sensazioni e pensieri, al solo scopo di sperimentare la realizzazione di un racconto di nuova concezione che racchiuda una storia immaginaria e lasci ai lettori il piacere di scoprirne i dettagli. Talvolta i versi esprimono un amore intenso, disperato che sembra prendere forma per poi precipitare nel vuoto e scomparire nel buio e poi ancora riaffiorare dalle onde del mare, sotto gli arcobaleni, alla luce dei tramonti, in un caleidoscopio di colori e di suoni, di sensazioni e di tormenti, di dediche e di confidenze, di visioni e di simboli, come in un giro di giostra che rivela l’impegno dei due protagonisti nel rendere il più possibile verosimile l’intera “vicenda”, divertendosi persino, con ammiccamenti e perifrasi e promesse che non si realizzeranno mai.

Il volume ha inizio con la lirica Mylae dell’Amica Geniale. Un componimento carico di fascino esotico e sorprendentemente biografico e termina con tre liriche che costituiscono la conclusione storica della narrazione: “Chilometri di Parole”, trovata sul Web dall’Amica Geniale, che ben descrive la conclusione di un percorso, seppure  immaginario, che esaurisce la “storia”, ma in realtà sottintende un messaggio positivo che esalta tutto il senso del “racconto”, come d’uso nelle conclusioni dei romanzi d’amore, l’addio ad una storia che non finirà mai perché … “Ci sono chilometri di parole che ancora non ti ho detto e ceste colme di abbracci in serbo per te …”. La storia quindi, nell’immaginario di chi legge,  continuerà perché “una storia bella non può finire”; L’Amicizia  dell’Amica Geniale, che con parole appunto “geniali” precisa in definitiva che non si è trattato di Amore, ma di semplice Amicizia, grande per quanto si voglia, ma pura e semplice Amicizia, un sentimento nato per caso fra due persone che neanche si conoscevano, le quali hanno saputo mettere insieme la loro passione per la poesia, la loro cultura, la loro signorilità e la loro intelligenza, trarre dalla quotidianità gli spunti e immaginare una storia avvincente, capace di commuovere gli animi gentili; infine Silenzi d’Amore nella quale Il Gatto Pardo propone un compendio dell’intera storia, evidenziandone le emozioni e concludendo con le parole  “l'amore che non si stanca mai di aspettare”… Un inno alla poesia dunque, che nasce senza fretta e senza improvvisazioni da sentimenti sperimentati e vissuti, senza i quali si svilirebbe il significato stesso dell’Opera.


 

 

2002-2020 Graffiti-on-line.com - Tutti i diritti di proprietà artistica e letteraria sono riservati.