GRAFFITI-ON-LINE.COM

 

2002-2023 Graffiti-on-line.com

Tutti i diritti di proprietà artistica e letteraria sono riservati.


Discorso del Papa

La cooperazione dei democratici cristiani d'Europa

Se sono margherite fioriranno


Nov 8 2003 12:00AM - L’Osservatore Romano


(Roma)

Il cristianesimo ha promosso conciliato e consolidato il patrimonio di valori dell'Europa. Per questo appare logico che il Trattato costituzionale europeo che mira a realizzare «l'unità nella diversità» debba fare esplicito riferimento alle radici cristiane del Continente. Questi i punti rilevanti del discorso che il Papa ha rivolto ai partecipanti all'incontro promosso dalla Fondazione Robert Schuman ricevuti in udienza nella Sala Clementina il 7 novembre scorso. Giovanni Paolo II nel suo discorso ha ribadito che il cristianesimo è la forza che ha promosso, conciliato e consolidato i valori che costituiscono il patrimonio più caro dell'Europa ed è quindi auspicabile che l'Europa riconosca e preservi i valori che hanno garantito la loro provvidenziale influenza sulla storia della civiltà - «Questi valori riguardano soprattutto la dignità della persona umana, il carattere sacro della vita umana, il ruolo centrale della famiglia fondata sul matrimonio, la solidarietà, la sussidiarietà, il governo della legge e la solida democrazia». Il cristianesimo ha offerto un aiuto decisivo sul cammino della libertà - «Sarebbe ingiusto se l'Europa d'oggi nascondesse il contributo centrale dato dai cristiani alla caduta di regimi oppressivi di qualunque genere e alla costruzione della democrazia autentica». Il cattolico ha il dovere di assumersi la responsabilità per il benessere della società - «Il cristiano deve assicurare che il «sale» del suo impegno cristiano non perda il suo «sapore» e che la «luce» dei suoi ideali evangelici non venga oscurata dal pragmatismo o, peggio, dall'utilitarismo». Questo presuppone una formazione spirituale seria, alimentata dalla preghiera - «Una persona che sia superficiale, spiritualmente tiepida oppure indifferente, o che si preoccupi in modo eccessivo del successo e della popolarità, non potrà mai esercitare in modo adeguato la sua responsabilità politica». Tra i principali promotori della riunificazione di questo Continente vi sono stati uomini ispirati da una profonda fede cristiana come Adenauer, De Gasperi e Schuman - «Avete la responsabilità non solo di preservare e di difendere, ma anche di sviluppare e rafforzare l'eredità spirituale e politica lasciata da queste grandi figure».


 

 

2002-2023 Graffiti-on-line.com - Tutti i diritti di proprietà artistica e letteraria sono riservati.