Registrati | Profilo Personale | Norme Generali | Clubartespressione | Privacy

MARCHI ED ICONE DI CASE PRODUTTRICI

      

   

Edizioni Graffiti

 Registrazione Tribunale di Rieti n. 5 del 07/11/2002

 

 

Monografia di:

Massimo IACOPI


La qualità legata a nomi illustri che meritano di essere conosciuti

 

Stampa agevole

Invia questa pagina ad un amico

Nessun file da scaricare

Torna all'indice

 

 

2002-2019 Tutti i diritti riservati

IL MARCHIO BERETTA


Un’accurata ricerca di Massimo Iacopi

MARCHI ED ICONE DI CASE PRODUTTRICI

La qualità legata a nomi illustri che meritano di essere conosciuti

(Assisi, 12/02/2015)

SCARICARE IL TESTO CLICKANDO DOWNLOAD IN ALTO A DX

MARCHI ED ICONE FAMOSE

NOMI ILLUSTRI, MA POCO CONOSCIUTI

PREFAZIONE

Carneade ! (1) Chi era costui ? Questa emblematica domanda di manzoniana memoria (2), consegnataci dalla nostra letteratura, sembra un assioma applicabile a tante cose che ci hanno accompagnato ed accompagnano tuttora la nostra vita di tutti i giorni. Le nostre mamme e molte donne ancora oggi, la sera o la mattina, usano la crema Nivea per la loro cura di bellezza, oppure i Kleenex per il demaquillage, ma poco sanno effettivamente su chi ha inventato queste cose. Tanti giovani studenti si imbattono, nel loro percorso di studi, con cose che hanno a che fare con Archimede, Ampere, Watt, Faraday, Humboldt, ma pochi conoscono, effettivamente, la vita di questi personaggi. Se pensiamo alla vita quotidiana, tutti noi ci confrontiamo con una serie infinita di etichette e di marchi, ormai familiari, che impieghiamo per le nostre comodità casalinghe, ma di cui quasi nulla sappiamo, persino neanche da dove provengano: basti pensare, cominciando dal mattino, a Roger e Gallet, a Nescafé, a Bahlsen, ad Heinz, a Knorr, a Toblerone, a Tefal, a Sandwich, ad Adidas, ecc.. Quando festeggiamo utilizziamo, a volte, etichette o icone note, come Veuve Clicquot, Cinzano, dom Perignon, mentre, durante conversazioni impegnate, sentiamo parlare di Alzheimer, del sistema Braille, del bacillo di Koch, dei problemi della Nicotina nelle sigarette elettroniche, di atti di mecenatismo, del premio Nobel, dell’assegnazione del premio Goncourt, della corazzata Potemkin, dei problemi del boicottaggio economico, della bella Otero, di Geronimo e del problema degli Indiani d’America, della fine dell’epoca Edison e delle lampade ad incandescenza, dei diamanti e dei loro tagliatori, di Jesse James e del problema della criminalità organizzata negli USA, della mostra del Canaletto o di Arcimboldo, del concerto di un pianista su uno Steinway, ecc.. Davanti a tutta questa lunga sfilza di nomi come reagiamo ? Spesso in maniera indifferente, a causa del bombardamento di notizie cui siamo quotidianamente sottoposti, ma spesso vorremmo saperne di più su qualche personaggio storico o evento, sovente persino portato da altri come riferimento erudito. Ma questo è lapalissiano !!! E’ un problema legato alla legge malthusiana della popolazione !!! Non mi faccia rispondere alla Cambronne !!! Smetta di fare lo stakhanovista !!! Reagisci come il cane di Pavlov !!! Non fare il d’Artagnan o il Robin Hood !!! Mi sembri un Lord Brummel !!! Smetti di parlare come Morse !!! Mi sembri un’amazzone !!! Ecco allora che, se vogliamo informarci ed ancora non disponiamo di internet, ci rivolgiamo alla libreria o alla biblioteca ed, a quel punto, altre icone si aggiungono alla lista e ci inducono ulteriori curiosità: Larousse, Fayard, Hachette, Michelin, Disney. Quando siamo con gli amici, è praticamente inevitabile che il discorso cada sui motori ed ecco apparire ancora i nomi di Ford, Ferrari, del motore diesel, di Citroen, Toyota, Chevrolet, dei pneumatici Dunlop, di strade sterrate o macadamizzate, si parla poi anche di viaggi, fai da te o organizzati dalla Cook, in macchina o in Pulmann, di campeggi, di ostelli e persino di alberghi della catena Ritz. Ma anche la cronaca internazionale ci assilla con il problema delle armi ai civili negli USA ed allora sentiamo parlare di Colt, di Winchester, di Beretta, di Kalashnikov, di vecchi Lebel, ecc.

In definitiva, lo scopo di questo modesto lavoro è quello di tentare di fornire alcune risposte ad alcuni di questi quesiti, cercando di offrire qualche utile informazione su un certo numero di marchi, icone e personaggi che riempiono la vita di tutti i giorni.

NOTE

(1) Carneade di Cirene (Cirene, 214 a.C. - Atene, 129 a.C.), Originario del nord dell'Africa e figura considerata minore fra i filosofi del suo tempo, è ricordato tuttavia come oratore appassionato (si dice dimenticasse di cibarsi per preparare i suoi lunghi discorsi tenuti in pubbliche piazze) e sottile dialettico. Appartenente alla corrente radicale degli scettici, è stato il primo filosofo a sostenere il fallimento dei metafisici, che volevano scoprire un significato razionale nelle credenze religiose. Criticò lo stoicismo ad Atene e fu scolarca dell'Accademia platonica. Viene considerato come il fondatore della terza Accademia di Atene (nota anche come Nuova Accademia).

Nel 155 a.C. Carneade fece parte, con Critolao e Diogene di Babilonia, della celebre ambasceria inviata a Roma dagli Ateniesi, multati per aver saccheggiato Oropo; qui riscosse successo argomentando, in due giorni successivi, a favore e contro l'esistenza di una legge naturale universalmente valida. Le sue argomentazioni scettiche sulla giustizia scandalizzarono e sconvolsero gli ambienti della cultura conservatrice di Roma: egli affermava che se i Romani avessero voluto essere giusti avrebbero dovuto restituire i loro possessi agli altri e andarsene, ma in tal caso sarebbero stati stolti. In questo modo arrivò alla conclusione che saggezza e giustizia non andassero d'accordo. « ...ed espose tale tesi: tutti i popoli dominatori, innanzitutto i Romani capi del mondo, se avessero voluto essere giusti con il rendere le altrui proprietà, avrebbero dovuto ritornare come poveri alla vita nelle capanne » (Cicerone, De re publica, 3,21).

(2) Carneade è conosciuto, e spesso ricordato come sinonimo di persona poco nota, in ragione della celebre citazione contenuta ne I Promessi Sposi di Alessandro Manzoni. Nell'incipit dell'8° capitolo, Don Abbondio, uno dei personaggi del romanzo, è nella sua stanza che legge un panegirico in onore di San Carlo Borromeo, all'interno del quale è menzionato il filosofo. È a questo punto che esclama tra sé e sé la lapidaria battuta, destinata a diventare famosa (e a condizionare molte biografie di personaggi considerati, appunto, dei carneadi per antonomasia): Carneade! Chi era costui?.

INDICE

1.  ADIDAS                                                                    

2.  ALZHEIMER

3.  AMPERE

4.  ARCHIMEDE

5.  ARCIMBOLDO

6.  ARTEMISIA, l’Amazzone

7.  BAHLSEN

8.  BARNUM

9.  BELL

10. BERETTA

11. BOYCOTT

12. BRAILLE

13. BRUMMELL (Lord)

14. BURBERRY’S

15. CAGLIOSTRO

16. CAMBRONNE

17. CANALETTO

18. CARTIER

19. CHEVROLET

20. CINZANO

21. CITROEN

22. CLAUSEWITZ (Von)

23. COLT

24. COOK

25. D’ARTAGNAN

26. DIESEL

27. DISNEY

28. Dom PERIGNON

29. DUNLOP

30. EDISON

31. FARADAY

32. FAYARD Editore

33. FERRARI

34. FORD

35. FULTON

36. GAUMONT

37. GERONIMO

38. GONCOURT

39. HACHETTE

40. HEINZ

41. HOLLAND

42. HUMBOLDT (Von)

43. JAMES Jesse

44. KALASHNIKOV

45. KLEENEX

46. KNORR

47. KOCH

48. La PALICE

49. LAROUSSE

50. LEBEL

51. LIECHTENSTEIN Giovanni

52. Mac ADAM

53. MALTHUS

54. MARCONI

55. MECENATE

56. MESSERSCHMITT

57. MICHELIN

58. MORSE

59. NESCAFE’

60. NICOT

61. NIVEA

62. NOBEL

63. NOKIA

64. OTERO

65. PAOLO V,   il papa degli archivi vaticani

66. PARKINSON

67. PATHE’

68. PAVLOV

69. PICO della MIRANDOLA

70. PITAGORA di SAMO

71. PIZZA

72. POTEMKIN

73. PULLMAN

74. RITZ

75. ROBIN HOOD

76. ROGER et GALLET

77. SAFFO

78. SANDWICH

79. SAVORGNAN de BRAZZA’

80. SILHOUETTE

81. SOBIESKI

82. STAKHANOV

83. STEINWAY

84. STEPHENSON

85. STRADIVARI

86. TEFAL

87. THOMSON

88. TOBLERONE

89. TOYOTA

90. VAN CLEEF e ARPELS

91. VAN LEEUWENHOECK

92. VEUVE CLICQUOT

93. WATT

94. WINCHESTER

95. ZENOBIA


Massimo IACOPI

 

Inizio

INVIA UN'OPERA

PROFILO PERSONALE

SUPPLEMENTI

 

Pubblicazione

Tesi di Ricerca, Laurea, Master, Dottorato di ricerca.

 

Inserimento opere letterarie, articoli, foto, dipinti,...

Servizio riservato agli utenti registrati

 

Accesso all'area personale

Il servizio consente di modificare le proprie impostazioni personali

  Registrati | Profilo Personale | Norme Generali | Clubartespressione | Privacy

2002-2019 Graffiti-on-line.com

Tutti i diritti di proprietà artistica e letteraria sono riservati.

Registrazione al tribunale di Rieti n. 5 del 07/11/2002.

Consultare le norme generali e la politica sulla privacy.

Proprietario e Direttore responsabile Carmelo SARCIA'

La pubblicazione di articoli, saggi, opere letterarie, tesi di ricerca, ecc. verrà sottoposta alla preventiva approvazione di una commissione tecnica composta di esperti nel ramo nominati dalla Direzione.

Chi siamo | Mappa del Sito | Contattaci | WebMail | Statistiche