Registrati | Profilo Personale | Norme Generali | Clubartespressione | Privacy

MERAVIGLIOSO BOCCACCIO

      

   

Cinema

 Registrazione Tribunale di Rieti n. 5 del 07/11/2002

 

 

Recensione di:

C. Cerofolini


Dopo il successo di “Cesare deve morire” i Taviani portano sullo schermo un altro classico. Voto 7

 

Stampa agevole

Invia questa pagina ad un amico

Nessun file da scaricare

Torna all'indice

 

 

2002-2019 Tutti i diritti riservati

Bellezze senza tempo


I fratelli Taviani firmano un'altra opera

MERAVIGLIOSO BOCCACCIO

Dopo il successo di “Cesare deve morire” i Taviani portano sullo schermo un altro classico. Voto 7

(Roma, 20/03/2015) Non ci faremmo irretire dalla solita domanda ma certo la curiosità è tanta intorno alla scelta del fratelli Taviani di proporre oggi, una rivisitazione delle novelle di Giovanni Boccaccio. E' noto che il progetto costituiva da tempo uno dei sogni nel cassetto dei due registi, così come sappiamo della predilezione dei nostri per i film in costume e per le storie tratte dai grandi della letteratura. Ciò non toglie che alla luce di quello che propone il tempo presente in termini di crisi e di sconvolgimenti, la favola dei ragazzi che si chiudono al mondo per sfuggire alla peste che nel 300 colpisce Firenze e i suoi cittadini fa pensare non solo a un voluto cortocircuito tra il passato e il presente della nostra nazione ma anche a una via d'uscita dai mali contemporanei, che i Taviani sembrano individuare in un ritorno alle nostre radici culturali e a una bellezza che la campagna toscana, con le sue nobili dimore, di certo rappresenta. Ovviamente, essendo il Boccaccio un'umanista, nel film dei Taviani lo spazio riservato alle figure in movimento conta eccome, e anzi, lo stuolo di attori, soprattutto giovani e giovanissimi, accorsi alla corte dei maestri non sfigura affatto. 

A loro e ai loro volti, i maestri dedicano primi piani che danno mistero a fisiognomiche ampiamente risapute e nello stesso tempo riescono a tratteggiare di una bellezza senza tempo la modernità di quelli appena arrivati. Ma il fascino e allo stesso tempo il difetto di un film come Maraviglioso Boccaccio consiste nel fatto di nutrirsi della propria dimensione artistica, svincolato com'è da logiche commerciali che appaiono evidenti nella scelta di portare sullo schermo un modo di raccontare che al contrario di precedenti versioni evita ogni tipo di licenziosità sessuale, lasciando all'immaginazione quello che altri hanno regalato alla vista. 

La bravura di Taviani è quella di far si che la tensione pittorica e la plasticità delle immagini pur presente non prenda mai il sopravvento sulla materia narrata. L'equilibrio che ne deriva rende il film un oggetto prezioso, e certe sequenze, come quelle potenti e drammatiche che aprono il film raccontando la paura e la morte provocata dalla terribile pandemia restano impresse e mettono a disagio.
 
Approfondimenti su icinemaniaci
 
 

 

Inizio

INVIA UN'OPERA

PROFILO PERSONALE

SUPPLEMENTI

 

Pubblicazione

Tesi di Ricerca, Laurea, Master, Dottorato di ricerca.

 

Inserimento opere letterarie, articoli, foto, dipinti,...

Servizio riservato agli utenti registrati

 

Accesso all'area personale

Il servizio consente di modificare le proprie impostazioni personali

  Registrati | Profilo Personale | Norme Generali | Clubartespressione | Privacy

2002-2019 Graffiti-on-line.com

Tutti i diritti di proprietà artistica e letteraria sono riservati.

Registrazione al tribunale di Rieti n. 5 del 07/11/2002.

Consultare le norme generali e la politica sulla privacy.

Proprietario e Direttore responsabile Carmelo SARCIA'

La pubblicazione di articoli, saggi, opere letterarie, tesi di ricerca, ecc. verrà sottoposta alla preventiva approvazione di una commissione tecnica composta di esperti nel ramo nominati dalla Direzione.

Chi siamo | Mappa del Sito | Contattaci | WebMail | Statistiche